RIEVOCAZIONE EVENTO STORICO: LA SANTA VENUTA

Domenica 1° ottobre 2017 a Celico si è tenuto una rievocazione storica medievale in onore di Gioacchino da Fiore, organizzata dall’associazione culturale “Abate Gioacchino” con il contributo del COMUNE DI CELICO e la collaborazione del Circolo ACLI di Cribari, l’Associazione Culturale MACCHIA ANTICO BORGO, di Casali del Manco, con la Parrocchia di SAN MICHELE ARCANGELO, l’Associazione Culturale SILANTICA e la Scuola di Danza LUCI DELLA RIBALTA .

L’evento celebrato riguardava la Santa Venuta dell’Abate Gioacchino a Celico, il suo borgo d’origine.

Tutto si è svolto attraverso le vie di Celico in modo realistico, i costumi erano di foggia medievale ed erano presenti anche i cavalli e le guardie.

La manifestazione è iniziata dal “Timpariello”, località del paese situato vicino alla chiesa dell’Assunta, costruita sulla casa natale di Gioacchino. Durante la rievocazione si è ricordato anche l’incontro tra Gioacchino e Giordano di Macchia giunto a Celico per rendergli omaggio.

La partecipazione della popolazione è stata attiva ed entusiasta, non è mancata nemmeno quella dei ragazzi anche loro in costume d’epoca.

Si è aperta una finestra sul passato che ha richiamato luoghi e avvenimenti della vita di Gioacchino e in particolare questa visita al suo paese natale dove fu accolto col fasto riservato alle persone importanti. Persone, luoghi, avvenimenti hanno ripreso vita nei luoghi reali in cui era vissuto l’abate, facendo conoscere e apprezzare, soprattutto a noi ragazzi, l’importanza di questo personaggio.

Il tempo non è stato del tutto favorevole, per fortuna la pioggia si è intensificata quando la rappresentazione si è spostata all’interno della chiesa dell’Assunta, dove noi ragazzi della Scuola Secondaria di 1° grado di Celico, abbiamo dato il benvenuto all’abate mettendo in risalto l’importanza delle sue opere che ci siamo ripromessi di studiare e approfondire perché siamo sicuri che sono uno strumento prezioso per capire il presente, per aiutarci a vivere nel mondo attuale, per affrontare meglio il futuro e per rafforzare la nostra identità.

Al nostro saluto è poi seguito quello del sindaco e del parroco.

Il tutto si è concluso con l’entrata di questo illustre personaggio all’interno della sua casa di origine.

Questo evento è stato molto interessante ed istruttivo per cui speriamo si possa ripetere in futuro e che possa diventare un carattere distintivo della nostra comunità.

                                                        Francesco Reale e Francesca Corrado

Inizio pagina

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy